Aggiornamento annuale dell’elenco di controllo dei prodotti a duplice uso dell’UE

Il 17 ottobre 2019, la Commissione europea ha adottato il regolamento delegato (link) che aggiorna annualmente l’elenco di controllo di prodotti a duplice uso di cui all’allegato I del regolamento (CE) n. 428/2009, adeguandolo alle decisioni adottate nel 2018 nel quadro dei regimi internazionali di non proliferazione e di controllo delle esportazioni.

La maggior parte delle novità deriva dalle modifiche intercorse in seno al Wassenaar Agreement, tra cui:

  • una nuova nota di esenzione per materiali che assorbono le onde elettromagnetiche a “cellule aperte” di cui alla voce 1C001;
  • la modifica della voce di controllo per le macchine utensili a ‘controllo numerico’ o manuale, introducendo una struttura a cascata per i criteri di cui alla voce 2B003;
  • l’introduzione di alcuni nuovi range di misura per gli strumenti o sistemi di misura dello spostamento lineare di cui alla voce 2B006.b.1;
  • la modifica della voce di controllo relativa ai convertitori numerico-analogici di cui alla voce 3A001.a.5.b. per evitare la sovrapposizione dei controlli;
  • una nuova voce per “altri” transistor a microonde discreti 3A001.b.3.f;
  • una nuova voce relativa ai generatori di segnali con “larghezze di banda specificate per la modulazione di radiofrequenza3A002.d.5;
  • la modifica alla voce di controllo per il controllo delle maschere multistrato di cui alla voce 3B001h;
  • la nuova voce 3D005 per i software appositamente progettati per ripristinare il normale funzionamento di un microcalcolatore, di un “microcircuito microprocessore” o di un “microcircuito microcalcolatore” entro 1 ms da un’interruzione dovuta a un impulso elettromagnetico (EMP) o a una scarica elettrostatica (ESD), senza perdita della continuità di funzionamento;
  • una nuova nota di esenzione per gli elementi di “sicurezza dell’informazione” appositamente progettati per “applicazioni collegate dell’industria civile” di cui alla voce 5A002;
  • la modifica della voce di controllo per il token di attivazione crittografica, comprendente una nota tecnica per la definizione locale di “token di attivazione crittografica” di cui alla voce 5A002;
  • una modifica alla voce di controllo per gli idrofoni che operano oltre i 1000m di cui alla voce 6A001.a.2.a.6;
  • una nuova nota, n. 6, per i laser che definiscono “modo traverso singolo” e “modo traverso multiplo” di cui alla voce 6A005;
  • la nuova voce 6B002 per le maschere e i reticoli progettati per sensori ottici;
  • una modifica alla voce di controllo per i veicoli sommergibili subacquei di cui alla voce 8A001c;
  • la nuova voce 9A004.g per le piattaforme di lancio aereo per veicoli di lancio nello spazio;
  • la soppressione della voce 9E003.a.7 relativa ai componenti di motori a turbina a gas che utilizzano la “tecnologia” di “saldatura per diffusione” specificata in 2E003.b.

Inoltre, il suddetto regolamento delegato ha recepito altre modifiche concordate nel quadro del regime di non proliferazione nel settore missilistico (cd. MCTR), tra cui:

  • la modifica della sigla “CEP” (“Errore Circolare Probabile“) di cui alla voce 7A103.c;
  • la modifica della voce di controllo per includere i motori a detonazione all’interno della voce 9A111.

Infine, altre novità sono state apportate per uniformare l’allegato I del regolamento (CE) n. 428/2009 con gli altri regimi di controllo internazionali e per correggere alcuni errori minori.

Il regolamento delegato della Commissione entrerà in vigore alla sua pubblicazione, che avverrà a due mesi dalla sua adozione (i.e. seconda metà di dicembre 2019), a condizione che il Consiglio e il Parlamento europeo non sollevino obiezioni entro tale termine.