IRAN – Ancora sanzioni USA, questa volta gli USA colpiscono la più grande holding iraniana attiva nel settore petrolchimico e la sua rete.

L’ OFAC ha introdotto nella lista Specially Designated Nationals and Blocked Persons List (SDN List) la holding Persian Gulf Petrochemical Industries Company (PGPIC), e 39 entità controllate da PGPIC, con l’accusa di aver fornito supporto finanziario a Khatam al-Anbiya, il conglomerato ingegneristico dei pasdaran. Le designazioni, effettuate ai sensi dell’E.O. 13382, hanno efficacia extraterritoriale. Per questo motivo, ai sensi del diritto statunitense, è vietato anche per una società non statunitense effettuare transazioni significativecon le entità del gruppo, tra cui Arvand Petrochemical Company, Hengam Petrochemical Company, Hormoz Urea Fertilizer Company e Persian Gulf Bid Boland Gas Refinery Company.

Le nuove designazioni dell’OFAC mirano a sottrarre risorse economiche al Corpo delle guardie della rivoluzione islamica (IRGC). Dopo l’E.O. 13846 del 5 novembre, che, inter alia, ha vietato l’acquisto, la vendita, il trasporto e la commercializzazione dei prodotti petrolchimici dall’Iran, con le designazioni di oggi, gli USA colpiscono un gruppo di entità responsabile del 50% del totale delle esportazioni nel settore petrolchimico.