L’Ue vieta l’importazione dei minerali dalle zone di conflitto

l prossimo 1° gennaio entrerà in vigore la nuova normativa UE sui conflict minerals. L’obiettivo è contrastare il commercio dei minerali e metalli noti come 3TG (stagno, tungsteno, tantalio e oro), quando destinati a finanziare i conflitti armati o quando estratti mediante lavori forzati. Si tratta di materiali molto più comuni di quanto si pensi, aventi molteplici applicazioni “quotidiane”: elettronica, automotive, gioielleria, ecc. Per aiutare gli operatori a non farsi trovare impreparati, il team di esperti Export control Prosegui la lettura →

1° gennaio 2021 entra in vigore il regolamento (Ue) sui minerali provenienti da zone di conflitto e ad alto rischio

Tra circa un mese, dal 1° gennaio 2021, sarà in vigore il regolamento (Ue) 2017/821 sui minerali provenienti da zone di conflitto e ad alto rischio, anche noti come conflict minerals o blood minerals. Risultato di un lungo processo partito nel 2014, il regolamento si pone l’obiettivo di fermare il commercio di minerali che sono utilizzati per finanziare gruppi armati, che sono causa di lavori forzati e di altre violazioni dei diritti umani e che favoriscono corruzione e Prosegui la lettura →

RECAST DUAL USE: INIZIA LA SERIE DI APPROFONDIMENTI DELLE MAGGIORI NOVITÀ DA PARTE DELLO STUDIO LEGALE PADOVAN

A seguito della pubblicazione della nuova bozza di regolamento UE sul duplice uso, concordato tra la Commissione e il Consiglio, e quindi ormai prossimo all’approvazione finale da parte del Parlamento europeo (link), inizia oggi la serie di approfondimenti da parte degli esperti export control dello Studio Legale Padovan sulle novità di maggior rilevanza per le imprese, il primo dei quali dedicato all’assistenza tecnica. La fornitura di assistenza tecnica La nuova definizione, di poco più ampia rispetto alla precedente, Prosegui la lettura →

RECAST DUAL USE: PUBBLICATA LA BOZZA DI REGOLAMENTO

A seguito dell’accordo raggiunto lo scorso 9 novembre da parte degli organi legislativi UE (link), è stata pubblicata la bozza di testo sulla proposta di modernizzazione dei controlli sulle esportazioni UE di beni e tecnologie a duplice uso della Commissione (link). Rispetto al testo attuale (Reg. n. 428/2009 e s.m.i.), i cambiamenti concordati sono essenzialmente volti ad aggiornare e rafforzare gli strumenti di controllo delle esportazioni dell’UE per far fronte all’evoluzione dei rischi per la sicurezza internazionale e Prosegui la lettura →

LA LENTE D’INGRANDIMENTO DELL’OFAC SUL COMMERCIO DI OPERE D’ARTE

Il commercio di opere d’arte di elevato valore non è escluso dall’applicazione delle sanzioni USA, ove ad esservi coinvolti siano soggetti sanzionati che traggono vantaggi economici (denaro contante, oro o cripto valute) da tale attività; questo è il principale messaggio dell’Advisory and Guidance on Potential Sanctions Risks Arising from Dealings in High-Value Artwork (di seguito, “l’Advisory”) rilasciata dall’OFAC (Agenzia del Dipartimento del Tesoro USA) il 31 ottobre scorso e destinata ad allertare soprattutto gallerie d’arte, musei, collezionisti, broker Prosegui la lettura →

CONTINUA LA CAMPAGNA USA DI ‘PRESSIONE MASSIMA CONTRO L’IRAN’

In data 18 novembre, l’Office of Foreign Assets Control (OFAC) del Dipartimento del Tesoro USA ha inserito nella SDN List la fondazione Islamic Revolution Mostazafan Foundation (Bonyad Mostazafan), entità a capo di un conglomerato di circa 160 holding in settori chiave dell’economia iraniana, quali finanza, energia, costruzioni ed estrazione. Oltre alla Bonyad Mostazafan sono state designati ai sensi dell’EO 13876 – che impone il congelamento dei beni e il divieto di circolazione – 50 società controllate e 10 Prosegui la lettura →